Teatro

Nel 1998 incontro un attore/regista, che oltretutto giÓ conoscevo da tempo, che mi confida di essere alla ricerca di un attore per un ruolo scoperto in una commedia che sta dirigendo, quasi per scherzo mi propongo ma lui, dopo avermi squadrato attentamente, molto seriamente mi propone di provare questa parte che, oltretutto, non risulta essere particolarmente difficile e per la quale sembrava che ne avessi almeno l'aspetto.

Dopo qualche giorno mi reco a fare a provino, sembra che lui resti soddisfatto e mi affida questa parte: Capitano Furio Courbulon nella commedia in tre atti "Le Sorprese del Divorzio" di Alexandre Bisson; vaudeville leggero della fine dell'ottocento imperniato su un argomento oltremodo attuale: Il Divorzio.

Qui inizia la mia avventura semi-professionistica nel mondo del teatro che mi porterÓ a raccogliere qualche soddisfazione (soldi pochissimi) in giro per i Teatri della Sicilia.

Intanto mi preme presentarvi la mia Associazione Teatrale  della quale sono fiero di aver preso parte per lungo tempo: "Gli Amici della Prosa"